IV Municipio      Territorio Territorio      Il verde pubblico Il verde pubblico
Torna a inizio pagina

 

Il verde pubblico

 

Nel territorio del IV Municipio sono presenti due grandi aree verdi protette, oltre, ovviamente a tanti altri giardini minori. Le due grandi aree sono il Parco Regionale Urbano di Aguzzano e la Riserva Naturale della Valle dell'Aniene. L'ente che si occupa di queste due aree protette è RomaNatura.
 
Attualmente Roma Natura gestisce oltre 14.000 ettari di natura protetta.
Molte aree naturali conservano quella vocazione agricola che rende, a tutt'oggi, il Comune di Roma il primo comune agricolo d'Italia.
 
La ricchezza del territorio gestito dall'Ente è immensa: 15 riserve, preesistenze archeologiche, monumenti, ville e casali rappresentano solo una parte del suo valore, il cui vero tesoro è rappresentato da nicchie ecologiche che contano la presenza di oltre 1000 specie vegetali, 5000 specie di insetti e altre 150 specie fra mammiferi, uccelli, anfibi e rettili.

Il Parco Regionale Urbano di Aguzzano

 

Il Parco Regionale Urbano di Aguzzano

Il Parco, costituito nel 1989, è esteso su una superficie di 60 ha. Vi si può accedere da P.le Hegel e via Schopenhauer. È incorniciato tra la via nomentana e tiburtina, ed il GRA, è un polmone verde in mezzo a quartieri densamente popolati, e rappresenta un punto di svago e di incontro per i residenti di quest'area di Roma Est.
 
Anticamente qui esisteva il fondo "Alzano", la grande tenuta agricola della gens Acutia, ad oggi, qualcosa è cambiato, anche se resiste la vocazione agricola dell'area. Un altro elemento caratteristico è costituito da un reticolo di filari ad alto fusto, costituiti da pini, pioppi e platani.
 
Nel parco attualmente, ci sono quattro casali rurali, costruiti dopo gli interventi di bonifica di fine ottocento e collegati tra di loro da filari di alberi di alto fusto.
Casale A.L.B.A. 1: è situato nei pressi dell'ingresso da via Palenco nel quartiere Rebibbia; è conosciuto con il nome Padre Nostro perchè utilizzato come chiesa di quartiere;
 
Casale A.L.B.A. 2: è raggiungibile percorrendo il viale alberato a sinistra del casale Nuovo di Aguzzano; questo edificio era la vecchia scuderia della tenuta Talenti;
 
Casale A.L.B.A. 3: con le vaccherie si trova vicino l'ingresso di Largo Stucchi è divenuto la 'Casa del Parco' (in via Vicovaro n.21);
 
Casale Nuovo di Aguzzano: chiamato anche 'del Vascone' si trova vicino l'ingresso al Parco da via G. Mazza nel quartiere Rebibbia; fu costruito neglianni Venti durante i lavori di bonifica della tenuta; si chiama 'Casale Nuovo', per distinguerlo dal 'vecchio Casale' della tenuta costruito intorno al 1870 e ancora oggi visibile su un'altura verso la via Nomentana nel Parco Petroselli.

 

La Riserva Naturale della Valle dell'Aniene

 

La Riserva Naturale della Valle dell'Aniene

La Riserva è un lungo cuneo verde che si estende per 620 ettari lungo il corso urbano del fiume.
Con il suo sinuoso e lungo percorso, l'Aniene. Dal G.R.A. alla sua confluenza nel Tevere, attraversa numerosi quartieri della città, disegnando un paesaggio vario in cui, alle zone umide e pianeggianti di grande interesse ambientale, si alternano piccoli rilievi tufacei che, dal punto di vista geo-morfologico, testimoniano la tempestosa attività vulcanica dei Colli Albani.
 
Di queste remote epoche sono rimaste le antiche cave di tufo e i resti faunistici e antropici conservati nel Museo Pleistocenico. Della storia del fiume e delle aree circostanti, dai romani in poi, abbiamo importanti testimonianze come i due ponti Nomentano e Mammolo, i resti delle due ville romane di Via Tilli e di Ripa Mammea e il complesso monumentale della Cervelletta.
 
Ma con l'istituzione della Riserva, si è voluto, soprattutto, proteggerne il patrimonio naturalistico, offrendolo ai romani che oggi possono scoprirlo percorrendo i sentieri dell'area umida della Cervelletta, di quella ripariale Fluviale e del Prato arido delle Valli.
 
Interessante e varia, in tutta la Riserva, la fauna, che comprende l'istrice, l'airone cenerino, il pendolino, il martin pescatore, il cormorano, il gruccione e il granchio d'acqua dolce. Altrettanto varia e 105 ricca la flora tipica delle zone palustri e fluviali: pioppi, salici, olmi, accanto a cannuccia, tifa e lenticchia d'acqua, utilissime per la depurazione naturale delle acque.
 
Da non mancare l'appuntamento in maggio con la straordinaria fioritura dell'iris giallo, soprattutto alla Cervelletta, di sorprendente ed effimera bellezza; oppure le Orobanche (orchidee selvatiche) al Pratone delle Valli.
 
Nella Riserva si può osservare una variegata vegetazione che costituisce un lembo residuo delle vaste boscaglie riparali, che anticamente abbellivano le sponde del fiume Aniene. Pioppi e salici rappresentano la componente arborea principale.
Nelle aree allagate sono invece abbondanti la cannuccia di palude, graminacea dalla tipica infiorescenza a pennacchio, e la tifa, facile da riconoscere per il suo fusto nudo.
Gli ingressi sono in Via Val d'Ala (Via Val Cismon), Via Tilli (trav. Viale Kant), Via M. Cingolati (angolo Via Spataro), Casa del Fiume: Via Vicovaro 21.

Percorso Ciclo Pedonale lungo l'Aniene

 

Il percorso ciclabile e/o pedonale lungo l'Aniene permette di andare dalla periferia est al centro di Roma attraverso un itinerario immerso nel verde lungo il tracciato protetto e non attraversato da mezzi a motore.
 
Il percorso ciclabile dell'Aniene, attualmente, si può percorrere da Ponte Mammolo a Villa Ada e da qui proseguire per il centro di Roma.
 
È possibile accedere da via Vicovaro, via di Tor Cervara e via Cingolani. ecc., seguendo la cartina allegata. Per una migliore informazione vi consigliamo di recarvi presso la casa del fiume in via Vicovaro, dove è presente un punto informativo, tel. 06.82003837, in collaborazione con l'Associazione Insieme per l'Aniene tel. 06.82006098 o presso il sito di www.romanatura.roma.it.
 
Per le scuole o i bambini suggeriamo il libretto "il fiume porta" di Roma Natura, una guida al sentiero natura ed al centro visite della riserva naturale della Valle dell'Aniene.
 
Desideriamo inoltre segnalare che sono in costruzione altre due piste ciclabili: la prima da Ponte Mammolo costeggerà viale Palmiro Togliatti ed arriverà a Cinecittà, presso il Parco degli Acquedotti; la seconda, partirà da Settecamini, passando per il Polo Tecnologico ed il Casale Rosso, arriverà nei pressi del fiume Aniene.

 

 

Testi a cura di Francecsa Toto
"Guida ai servizi turistici e culturali"
Municipio Roma IV - Tiburtina

 

Cerca su Roma Tiburtina con Google
SocialFacebookTwitterGoogle BuzzYou TubeOrkutAggiungi Romatiburtina.it tra i tuoi siti preferiti

Trasporti

Apri / Chiudi
Trasporti del IV MunicipioI trasporti pubblici e privati nel IV Municipio:
linee urbane; linee Cotral; stazioni FS; stazioni Metro A e B; Centralini Taxi; Parcheggi Taxi.
Trovi inoltre la mappa completa della mobilità.
Roma Tiburtina

Pubblicità su RomaTiburtina.it

Apri / Chiudi
La tua pubblicità su RomaTiburtina.itRendi visibile la tua azienda. Oltre 5.000 attività commerciali già presenti sul primo portale del IV Municipio. La tua inserzione è gratis. Scopri come.
Roma Tiburtina

Suggerimenti

Apri / Chiudi
Suggerimenti: aiutaci a migliorareAiutaci a migliorare RomaTiburtina.it, il tuo contributo è importante.
Idee, suggerimenti, proposte, rubriche, domande, critiche.
Roma Tiburtina

Scuola pubblica

Apri / Chiudi
Asili Nido, Scuole Materne e Primarie nel IV MunicipioNIDI, MATERNE E PRIMARIE
Tutte le scuole dell'Infanzia nel IV Municipio. Nidi privati e comunali, Materne, Elementari...
 
Medie inferiori, superiori, istituti didatticiSCUOLE SECONDARIE
Medie Inferiori, Scuole Superiori, Circoli Didattici e Comprensivi. Indirizzi, recapiti, mappe.
Roma Tiburtina

News ed eventi

Apri / Chiudi
Roma Tiburtina