Siti Archeologici      Struttura antiche Strutture Antiche      Antiche rovine via G. Donati Ponte Mammolo antico
Torna a inizio pagina

 

Ponte Mammolo antico

 

Struttura romana e medievale, questo ponte al valico della via Tiburtina sull'Aniene, è in opera quadrata
di tufo e travertino a due gradi arcate, di cui si conservava soltanto parte della campata orientale e la base dei piloni di quella centrale, mentre la sua struttura originaria doveva essere costituita da tre archi,
di cui il centrale più ampio.
 
Subito a valle si è scoperta una struttura anch'essa in opera quadrata che costituisce una sorta
di banchina lunga m 16,85 a protezione della riva sinistra, sulla quale si sono poi impostate strutture medievali. L'antico Ponte Mammolo è raggiungibile dalla vaccheria Nardi, passando per via degli Alberini.
 
Esso ha consentito il superamento dell'Aniene fino a quando la necessità di ricostruirlo, dopo
i danneggiamenti causati dalle truppe francesi, nel 1849, e le frequenti alluvioni dell'Aniene, spinse
la Congregazione Provinciale di Roma, con il beneficio di Pio IX, a iniziare nel 1853, i lavori per la costruzione del nuovo ponte, a 400 m più a valle, su progetto dell'ing. Vincenzo Glori.
 
La posizione dell'antico Ponte ha avuto una straordinaria importanza nella storia di tutto il Lazio: presumibilmente frequentato già in epoca protostorica e arcaica, sono state registrate testimonianze
di vasti villaggi sulle colline volti all'Aniene, interessati al percorso della via Tiburtina e alle strade
che dal ponte si irraggiavano verso Fidene.
 
Già conosciuto ai tempi di Carlo Magno come Ponte Tiburtino, la sua importanza strategica è confermata anche dalla presenza, a circa 100 m dal chilometro 9, di un casale-torre su un'altura dominante l'Aniene.

 

 

     MAPPA GRUPPO F
 
siti archeologici
Cerca su Roma Tiburtina con Google