Siti Archeologici      Struttura antiche Ville e Casali      Antiche rovine via G. Donati Casale della Cervelletta
Torna a inizio pagina

 

Casale della Cervelletta

 

Provenendo da Tor Sapienza, su via di Tor Cervara, una stradina sulla sinistra conduce al Casale della Cervelletta, complesso arroccato su rupe tufacea, costituito da una torre medievale circondata da più corpi di fabbrica, fatti costruire dagli Sforza e dai Borghese nei secoli XVI e XVII, che conserva il fascino dell'antico, pur essendo in un preoccupante stato di abbandono.
 
Il corpo principale del casale, realizzato dai Borghese nel 1630, presenta una facciata scandita da due file di finestre rettangolari riquadrate in tufo e da una fascia centrale delimitata da due cornici di tufo, di cui quella marcapiano, di forma arrotondata ed aggettante, segna il limite del piano inferiore a scarpa.
 
Un'altra cornice, sempre in tufo, fa da coronamento al piano superiore dove, sulla finestra centrale, era lo stemma dei Borghese. Sul lato N-E del cortile, svetta l'alta torre medievale che proietta la sua sagoma antica sui compatti volumi che la chiudono tutt'intorno.
 
La torre, a pianta rettangolare, scandita nei suoi 30 metri di altezza, da feritoie e fori, e coronata da una merlatura guelfa, è databile al sec. XIII: doveva avere funzioni soprattutto di giurisdizione e di vedetta, come suggeriscono anche anelli marmorei che dovevano sostenere le fiaccole per le segnalazioni luminose.
 
Sul lato S-O, accanto a una finestrella murata, si nota una latrina aggettante, mentre sul lato N-E si apre una piccola porta. L'intero complesso insieme ad altri edifici di carattere rurale e a una chiesa, inseriti in un paesaggio ancora miracolosamente intatto, costituiscono un prezioso lembo di campagna romana con valenze storico naturalistiche di particolare rilevanza all'interno della città.

 

 

     MAPPA GRUPPO F
 
siti archeologici
Cerca su Roma Tiburtina con Google