Siti Archeologici      Struttura antiche Ville e Casali      Antiche rovine via G. Donati Casale di Settecamini
Torna a inizio pagina

 

Casale di Settecamini

 

Casale di Settecamini la borgata rurale di Settecamini è sorta su terreni di proprietà del duca Leopoldo Torlonia, in seguito al vasto progetto di bonifica, che all'inizio del 1900 interessò gran parte
dell'Agro Romano.
 
In epoca medievale, la località era nota come "Campo dei Sette Fratelli" o "Forno dei Septe Fratri"
in relazione alla leggenda di Santa Sinfarosa e dei suoi sette fratelli - e, successivamente, come "Forno" o "Osteria del Forno" in riferimento al casale posto a sud della Tiburtina: il casale che oggi viene indicato come Casale di Settecamini.
 
Il quale, costruito nella seconda metà del XVI secolo, conserva quasi inalterato, nonostante alcune deturpazioni, il suo aspetto cinquecentesco. Il prospetto principale sulla via Tiburtina presenta, al piano terra, tre aperture ad arco di cui quella centrale, in bugnato di tufo con chiave di volta con arma in travertino dei Cesi d'Acquasparta, è fiancheggiata da due nicchie, anch'esse ad arco.

 

 

     MAPPA GRUPPO E
 
siti archeologici
Cerca su Roma Tiburtina con Google