Siti Archeologici      Struttura antiche Ville e Casali      Antiche rovine via G. Donati Villa romana - S. Alessandro
Torna a inizio pagina

 

Villa romana - S. Alessandro

 

Villa romana di S. Alessandro a 300 metri a SE del complesso di S. Alessandro, e` stato in parte scavato un impianto rustico di eta` tardo repubblicana probabilmente relativo ad una vasta villa residenziale, tagliata da via Dante da Maiano, i cui resti sono in parte visibili ai lati della strada, a 800 m dalla via Nomentana.
 
Sul lato destro della strada si susseguono, in senso E-O, una serie di almeno cinque vani, gravemente danneggiati dall'apertura della strada e dai lavori agricoli, di cui rimangono alcuni muri perimetrali in opera reticolata e tracce delle pavimentazioni originarie in signino e, almeno in due ambienti, in opus sectile.
 
Al di sotto di questi ambienti si dispongono alcuni vani sotterranei di servizio in opera reticolata di tufo, comunicanti tra loro da passaggi ad archi e coperti con volta a botte, ai quali si addossò, in una fase successiva, un ambiente con muri in opera mista e copertura a crociera, aperto a sud su altri vani non esplorati.
 
Una scala, fiancheggiata da un ambiente con bancone in muratura, forse una cucina, permetteva il raccordo tra i piani. Ma il settore più ampio della villa, ora ricoperto, si estende sul lato opposto della via dove una serie di ambienti, a carattere originariamente residenziale, si dispongono su almeno due lati di una vasta area adibita a giardino, divisa successivamente da una struttura centrale e delimitata da un ampio portico i cui resti si conservano sui lati ovest e nord.
 
Era il portico occidentale, largo m3,40 e conservato per una lunghezza di almeno 60 metri, che si apriva sul giardino con una fila di colonne scanalate in laterizio ricoperto di stucco bianco, mentre il portico settentrionale, della stessa ampiezza del tratto occidentale e lungo m 33, è costituito da una serie di pilastri in laterizio posti a distanze disuguali ma simmetricamente corrispondenti La villa, il cui primo impianto risale all'età tardo repubblicana, subì modifiche strutturali e funzionali in età tardo imperiale quando il settore residenziale di via Dante da Maiano fu occupato da impianti di fornaci.

 

 

     MAPPA GRUPPO D
 
siti archeologici
Cerca su Roma Tiburtina con Google